Cosa vedere ad Al Ula – Arabia Saudita

Cosa vedere ad AlUla - Arabia Saudita

AlUla si trova a circa 1000 km a nord-ovest di Riyadh. E’ una delle piu’ antiche città della penisola arabica e, anche se non è così conosciuta, ospita alcune delle tombe e dei siti di arte rupestre meglio conservati della sua epoca

Un tempo era un importante snodo commerciale lungo la Via dell’Incenso, via che veniva utilizzata per collegare la Penisola Arabica ai Paesi del Mediterraneo. I pellegrini trovavano nell’Oasi di Alula un luogo perfetto dove riposare e recuperare le forze dopo il lungo viaggio.

Immerso nel Wadi AlQura, questo paradiso lussureggiante è pieno di palme da dattero, alberi di agrumi ed erbe come basilico e menta, che prosperano grazie all’acqua sorgiva naturale che li circonda.

Chi raggiunge Al Ula lo fa principalmente per vedere Hegra, la Petra dell’Arabia Saudita, ma AlUla è molto di piu’.

Alcune bellezze naturali sono visitabili in autonomia, meglio se con un auto 4×4.

L’accesso ai siti è invece consentito solo con tour organizzati che si possono prenotare sia in loco che sul sito Experience Alula. Se visitate Al Ula in alta stagione, vi consiglio di prenotare i tour attraverso il sito e con largo anticipo, le principali attrazioni si esauriscono presto e senza prenotazione non è possibile accedervi.

AlUla
AlUla

Elephant Rock

AlUla - Elephant Rock

Poco fuori il paese di AlUla si trovano rocce di forme strane, tra queste spicca Elephant Rock. Si tratta di una roccia la cui forma ricorda un grande pachiderma. 

Situata in uno spettacolare paesaggio desertico si trova questa roccia alta circa 52 metri modellata nel corso di milioni di anni dall’erosione del vento e dell’acqua conosciuta in arabo con il nome Jabal AlFil.

Bellissima in qualunque ora del giorno: all’alba, al tramonto quando la roccia assume una magnifica tonalità di rosso, di notte quando, lontano dalle luci della città, il cielo si anima di migliaia di stelle.

Vicino alla roccia c’è una caffetteria e un ristorante che offrono cibo e bevande fino a tarda notte. Peccato che durante la nostra visita entrambi i locali erano chiusi e la roccia era visibile solo da lontano. Inizialmente ci sono rimasta male ma poi forse è stata una fortuna, vedere questo luogo senza turisti e godere del silenzio è stata una grande fortuna.

Cercate di arrivare verso l’ora del tramonto con qualche snack e sedetevi sulle rocce di fronte alla roccia per ammirare il sole che tramonta. Molte persone del luogo vengono ad ammirare lo spettacolo sorseggiando una tazza di caffè e, poichè sono molto ospitali, vi inviteranno a sedervi con loro.

Molto bello sarà anche all’alba ma purtroppo non l’abbiamo visto,

E’ possibile raggiungere questo luogo con una normale auto, se pero’ ci si vuole addentrare maggiormente nel deserto circostante è necessario utilizzare un’auto 4×4.

Dal centro visitatori (Winter Park) dista circa 10 chilometri, tutti su strada asfaltata e ben tenuta. 

Elephant Rock

Informazioni Utili

Il sito è aperto tutti i giorni.

L’accesso è libero, non occorre un biglietto di accesso nè prenotarsi sul sito.

Se visitate il sito durante le ore piu’ calde, ricordatevi la crema protettiva e un cappello. Se andate di sera, ricordatevi una giacca, il deserto di notte è piu’ fresco della città.

Elephant Rock

Maraya Hall

AlUla - Maraya Hall - Panorama

Questo edificio pluripremiato, detentore di un Guinnes World Record e disegnato dal architetto italiano Gio Forma, e’ interamente coperto di specchi, per l’esattezza sono 9740 metri quadrati, che riflettono il paesaggio desertico circostante.  

L’edificio a forma di cubo, con il suo teatro alto 26 metri, è un luogo di concerti e intrattenimento da 550 posti dove si sono esibiti artisti acclamati tra cui Andrea Bocelli, Lionel Richie e Yanni.

E’ possibile accedere a questo teatro solamente in caso di eventi particolari oppure per pranzare o cenare al ristorante Maraya Social che si trova sul tetto dell’edificio.

Maraya Hall

Se non ci sono concerti oppure non potete permettervi una cena nel ristorante stellato non demordete, potete provare a fare come noi. Ci siamo recati presso l’ingresso del Maraya, si trova ad un chilometro circa dall’edificio, qui la strada è bloccata da una sbarra e delle guardie controllano l’accesso. Abbiamo semplicemente chiesto se potevamo entrare per fare qualche fotografia e fortunatamente ci hanno permesso di proseguire.

Non so se lo fanno sempre oppure solo in estate perchè di turisti ce ne sono veramente pochi, ma tentare non nuoce, potete provare anche voi.

Proseguendo lungo la strada dopo poco si vede il teatro. A prima vista non mi è sembrato niente di che ma scendendo dall’auto e avvicinandoci tutto cambia.

Il deserto e il paesaggio circostante vengono riflessi dagli specchi che compongono questo teatro che diventa un tutt’uno con la natura circostante. Difficile spiegare con le parole e nemmeno le immagini catturate rendono l’atmosfera magica che si respira in questo luogo.

Maraya Hall

La visita a Maraya Hall è una dei ricordi piu’ belli di questo viaggio.

Dadan

AlUla - Dadan

Si ritiene che la città di Dadan fosse una delle città piu’ sviluppate della Penisola Arabica del primo millennio a.c.

Purtroppo non è possibile visitare in autonomia il sito di Dadan, per accedervi occorre prenotarsi sul sito Experience Alula

Il punto di incontro è il centro visitatori, qui verrete accolti dalle hostess che dopo avervi offerto un thè vi accompagneranno sul pullman con il quale raggiungerete il sito. 

Sono visibili, tra le grandi rocce di arenaria, le “tombe dei leoni”, scavate nella rocce ci sono queste tombe con a fianco bassorilievi di leoni come protezione divina per i defunti.

Oltre alle tombe vi condurranno a vedere i ritrovamenti della città di Dadan, in particolare un’enorme vasca cilindrica per l’acqua, scavata da una pietra e collocata nel cuore di Dadan. Si pensa che fosse utilizzata per riti religiosi.

Dadan - Veduta Panoramica

Jabal Ikmah

Un tempo questo era un sito venerato sulle antiche rotte commerciali, ospita oltre 500 iscrizioni, sia scolpite che in rilievo, per lo più risalenti ai regni dadanita e lihyanita del I millennio A.C.

Una vera e propria biblioteca a cielo aperto, le centinaia di incisioni che adornano le pareti rocciose e le rocce descrivono la ricca storia di pellegrinaggi, rituali culturali e altro ancora del sito.

Le iscrizioni e i petroglifi (arte rupestre) raffiguranti esseri umani, strumenti musicali e animali, offrono uno spaccato della vita quotidiana e delle persone che vivevano lì e dei pellegrini che viaggiando giungevano qui..

Anche questo sito è possibile visitarlo solamente prenotandolo sul sito Experience Alula. Si raggiunge in pullman e la visita dura poco, una breve camminata tra le rocce, accessibile a tutti, vi conduce alle rocce con le iscrizioni.

La visita a questo sito dura molto poco, al termine vi proporranno un’attività: con una tavoletta di pietra e attrezzi potrete incidere il vostro nome in caratteri arabi sulla pietra.

Dadan - Biblioteca

Hegra

Hegra è il primo sito dell’Arabia Saudita dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco.

E’ il piu’ grande sito conservato della civiltà dei Nabatei, presenta tombe monumentali ben conservate con facciate decorate risalenti al I secolo a.C. al I secolo d.C.

Bellissime e maestose queste tombe, alcune sono decorate con aquile, serpenti, figure mitologiche ed venivano erette per esaltare il prestigio della famiglia alla quale appartenevano.

Purtroppo non è possibile visitare questo sito da soli, occorre prenotare la visita sul sito Experience Alula.

Dal centro visitatori con un pullman si raggiunge Hegra, da qui sempre a bordo di pullman si viene accompagnati alle tombe. Il tour non segue sempre lo stesso itinerario, varia in funzione agli scavi che sono previsti nel periodo.

La prima tappa del tour è la tomba monolitica di Lihyan Figlio di Kuza, la tomba più grande di Hegra, che misura circa 20 metri in altezza. Lasciato incompiuto, con segni di scalpello ruvidi e non levigati, viene chiamato Qas al-Farid dalla gente del posto, che significa “castello solitario”, a causa della sua posizione distante rispetto alle altre tombe.

Arabia Saudita - Alula - Hegra

Jabal AlBanat

La tappa successiva è Jabal AlBanat, uno dei più grandi gruppi di tombe di Hegra, con 29 tombe che hanno facciate abilmente scolpite su tutti i lati della roccia arenaria.

In alcune tombe è possibile entrare e vedere come è fatto l’interno.

Hegra - Jabal AlBanat
Hegra - Jabal AlBanat

Jabal Ithlib

Successivamente ci si reca a Jabal Ithlib, una roccia naturale a est di Hegra. Qui vi verrà spiegato come veniva utilizzato questo luogo dai Nabatei, sede di sontuosi banchetti e sala riunioni per i leader della città.

Hegra - Jabal Ithlib

AlUla - Old Town

La città vecchia di AlUla, durante la stagione estiva, si anima verso sera quando le temperature si abbassano leggermente ed è piu’ piacevole trascorrere ore all’aria aperta.

Per accedere alla città vecchia potete lasciare l’auto nei due parcheggi grandi che si trovano rispettivamente prima e dopo la città, sono entrambi gratuiti. Non preoccupatevi se vi sembra troppa la strada da fare a piedi: dal parcheggio partono delle golf car completamente gratuite che vi porteranno direttamente all’ingresso della città vecchia.

Ai lati della strada, completamente pedonale, si trovano negozi di souvenir che vendono un po’ di tutto a prezzi un po’ alti e locali dove è possibile mangiare. C’è persino una gelateria italiana!!!!!

Per cenare vi consiglio ALNAKHEEL CAFE’, uno dei locali piu’ carini. Servono piatti tipici e si mangia molto bene a prezzi normali, vi consiglio Tamis with Cheese.

AlUla - Dove Alloggiare

Ad AlUla si trovano bellissimi alloggi, alcuni un po’ toppo costosi per noi, ad esempio:

– Ashar Tented Resort un campo tendato super lussuoso in mezzo al deserto, 

– Our Habitas AlUla in una posizione unica al mondo. 

– Molto particolare anche Caravan by Habitas AlUla, si alloggia in caravan lussuosi.

 

Seguiteci anche sui social

 

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. 4Travellers

    If you only have one day, you can start by visiting Dadan and then continue to Maraya Hall. In the afternoon you can take part in a tour to Hegra, you cannot miss it, after go to Elephant Rock and end the day with dinner in Old AlUla. That’s a lot for just one day but if you don’t have more time….. I really liked AlUla.

Lascia un commento