Caprera – Spiagge da sogno in Sardegna

Caprera fa parte dell’Arcipelago de La Maddalena, all’estremità nord-orientale della Sardegna. E la seconda isola piu’ grande dell’arcipelago, dichiarata Riserva Naturale è protetta da un vincolo di inedificabilità.

E’ molto piu’ selvaggia e autentica della vicina Maddalena alla quale è collegata da un ponte, il Passo della Moneta, lungo 600 metri.

L’isola si puo’ dividere in due aree, la parte orientale difficilmente praticabile, la parte occidentale piu’ piatta con spiagge e pinete. Tutta l’isola è circondata da acque limpide e cristalline, in questa isola si trovano alcune della spiagge piu’ belle di tutto l’arcipelago.

Anche chi non ama particolarmente il mare amerà Caprera, qui è possible abbinare vita di mare su spiagge stupende con escursioni nella natura. Ci sono tantissimi percorsi nella natura che solitamente arrivano in calette meravigliose, alcuni di breve durata, altri piu’ impegnativi. Le mappe escursionistiche sono disponibili presso l’ufficio turistico nel centro di La Maddalena.

Caprera - Le spiagge piu' belle

Adoro Caprera, le sue spiagge sono fantastiche, i colori del mare una favola e, a differenza della vicina La Maddalena, meno “turistiche” e frequentate da amanti del mare.

Le spiagge di Caprera

Cala Coticcio

Cala Coticcio: è una delle spiagge piu’ belle di tutta la Sardegna, per la sua bellezza è chiamata Thaiti. Sabbia bianchissima, rocce rosa, mare turchese. Vi consiglio di arrivare alla spiaggia di mattina, i colori sono molto piu’ spettacolari rispetto al pomeriggio.

Per godere di questa meraviglia dovrete sudare: lasciata l’auto nel parcheggio, vi aspetta una lunga camminata, a tratti anche impegnativa, tra rocce. Vi consiglio scarpe da trekking o sportive, evitate assolutamente di percorrere il sentiero con infradito o sandali.

La spiaggia non è molto grande, arrivate presto per conquistare un posto all’ombra! Non è attrezzata e non ci sono punti di ristoro, dovrete essere completamente autonomi.

La fatica verrà pienamente ricompensata dal paesaggio.

Cala Coticcio

Spiaggia del Relitto

Spiaggia del Relitto: la spiaggia deve il suo nome al relitto di una barca carboniera di lego fatta arenare dopo un incendio scoppiato a bordo. E’ una spiaggia caratterizzata da sabbia bianca finissima e da un mare dalle mille sfumature di blu dal fondale basso, adatta anche ai bambini piccoli. E’ una spiaggia “comoda”, non occorre camminare molto per raggiungerla. C’è un punto di ristoro.

Spiaggia del Relitto

Cala Serena

Cala Serena: è stata definita la spiaggia piu’ romantica del mondo. E’ una delle mie preferita, una caletta con sabbia bianca e finissima bagnata da un mare trasparente con fondale basso, ideale per i bambini.

Si raggiunge partendo da cala Garibaldi e camminando per circa 20 minuti lungo un sentiero abbastanza semplice.

Non c’è ombra e nemmeno un punto di ristoro.

Cala Serena

Cala Garibaldi

Cala Garibaldi: è una delle prime spiagge che incontrerete una volta raggiunta Caprera. Un tempo Garibaldi ormeggiava qui le sue barche, da qui il nome della cala. Si trova nella costa nord-occidentale dell’isola di Caprera, è una spiaggia di sabbia con acque cristalline e trasparenti, il fondale degrada dolcemente pertanto è molto amato da famiglie con bambini,

Cala Andriani

Cala Andriani: è una delle spiagge piu’ belle, una cala a forma di mezzaluna con sabbia bianca finissima bagnata da un mare con tutte le sfumature di blu. Il fondale digrada dolcemente, è adatta quindi anche ai bambini piccoli. ATTENZIONE: spesso, a causa dei cinghiali, sulla spiaggia ci sono zecche, fate attenzione.

Cala Andriani

Cala Brigantina

Cala Brigantina: anche questa è una baia bellissima, si raggiunge dopo un breve sentiero che parte da Poggio Rasu. Attraversate il ponte e proseguite sempre dritti fino al bivio che indica sulla vostra destra “Stagnali” o “Equiturismo Cavalla Marsala” o “Museo Mineralogico” ecc.cala brigantina1Svoltate lì a destra e proseguite dritti e poco prima dell’equiturismo Cavalla Marsala girate a sinistra prendendo una piccola strada asfaltata che sale.

Giunti in alto vedrete sulla vostra destra una strada sterrata che porta ad una grande antenna per le comunicazioni. Prendete questa strada sterrata che è costeggiata a destra da un vecchio muro, quasi subito, sulla vostra sinistra parte il sentiero acciottolato per cala Brigantina (è un sentiero grande che mano a mano si restringe scendendo verso la cala).

Seguitelo fino infondo e siete arrivati.

Particolarità : prima di scendere per il sentiero che vi porta alla spiaggia godetevi il panorama dalla terrazza del fortino che troverete più avanti (da non perdere , si vede anche Cala Coticcio).

Cala Brigantina

Cala Napoletana

Cala Napoletana: una baia bellissima, si raggiunge percorrendo un sentiero.

Seguire le indicazioni per Cala Coticcio e proseguire dritti fino al fortino . Alla fine della strada parcheggiate e troverete un cartello turistico davanti a voi. Proseguendo per il percorso a piedi diritti si arriva a Candeo (una bellissima passeggiata in un paesaggio selvaggio con viste panoramiche mozzafiato, ma non porta a spiagge …).  Svoltando invece a sinistra inizia il percorso per proseguire verso Cala Napoletana. Girate poi a destra al primo sentiero sterrato che trovate (dovreste trovare le indicazioni del percorso). Cala-Napoletana-la Maddalena-B&B CrisalideProseguite sul sentiero , dove all’inizio incontrerete sulla vostra sinistra una casa diroccata . Sul cammino oltrepasserete una specie di pineta con alberi caduti (almeno l’ultima volta che ci siamo passati erano presenti) ,e vegetazione fitta che farà ombra per un pezzo del percorso. Oltrepassato questo tratto il sentiero si stringe , finisce la vegetazione alta e inizia il percorso tra rocce di granitoe macchia mediterranea bassa .

Quando troverete alla vostra sinistra una masso di granito il sentiero continua a scendere e dopo due o tre curve strette (sempre in discesa) troverete una piccola deviazione sulla sinistra(anche questa dovrebbe essere segnalata), prendetela anche se il sentiero viporterebbe a proseguire diritti. Fatto questo capirete di essere sulla strada giusta quando dopo poco passerete accanto ad una specie di stagno (o pozza di acqua stagnante) .A questo punto proseguite per il piccolo sentiero (vedrete sulla vostra sinistra in alto in lontananza una torretta in pietra come un piccolo fortino diroccato) . Poco dopo aver avvistato e oltrepassato in linea d’aria il fortino , scendete a sinistra e siete arrivati.

Consigli
: Il percorso è semplice (essendo da poco state apposte indicazioni su dove svoltare) ma è comunque pieno di piccoli sentieri, quindi se vi accorgete di non trovare i punti di riferimento che vi abbiamo dato , tornate indietro subito e riprovateci!

La passeggiata è fattibile in circa 50 minuti e non particolarmente impegnativa.

Si consigliano delle scarpe da ginnastica o dei sandali da Trekking.

Il ritorno è chiaramente più impegnativo , soprattutto dopo una giornata di mare e bagni. Portatevi il minimo indispensabile ma non lesinate sull’acqua !!!

Non troverete molti punti d’ombra nella spiaggia … è perciò consigliato un piccolo ombrellone.

Nelle giornate estive più calde il nostro consiglio è di partire di buon mattino ….

E’ a ridosso dal Grecale e Scirocco, ma in faccia al Maestrale.

Caprera - Cosa Vedere

Oltre che per il mare e le spiagge da sogno, l’isola è famosa in quanto è stata l’ultima residenza di Giuseppe Garibaldi che visse qui gli ultimi 26 anni della sua vita. E’ possibile visitare la sua dimora, la Casa Bianca, che ne conserva ancora oggi le memorie: oggetti quotidiani, cimeli, beni, ….. ed è uno dei musei piu’ visitati in Italia. 

E’ possibile visitare la casa dal martedi’ al sabato dalle 9:00 alle 13:30 e la domenica dalle 9:00 alle 12:30, oltre alla “Casa Bianca” si possono visitare tutte le strutture del Compendio Garibaldino: il cortile, l’abbeveratoi, il frantoio, il mulino, la stalla, ….

Caprera - Dove Alloggiare

A Caprera non ci sono alberghi. L’unico alloggio è presso la scuola di vela.

Potete alloggiare a La Maddalena e in pochissimi minuti raggiungere Caprera

Consigli

Spesso soffia il vento di maestrale, è un vento molto forte. In quei giorni è impossibile stare in spiaggia o uscire con il gommone. Se c’è vento cercate una spiaggia riparata e ricordatevi che il maestrale spira da 3 a 6 giorni, incrociare le dita e sperate che duri solo 3 giornate.

Booking.com
Booking.com

Seguiteci anche sui social

Lascia un commento

Chiudi il menu