Escursione sull’Etna fai da te

Escursione sull'Etna fai da te

Pensando alla Sicilia viene subito in mente l’Etna, il piu’ grande vulcano attivo d’Europa che impariamo a conoscere fin da piccoli sui banchi di scuola e che tutti abbiamo immaginato di scalare per guardarne l’interno del cratere.

Da sempre conosciuto come la fucina degli dei, è entrato di recente a far parte della World Heritage List: l’Etna è un sito naturale del Patrimonio dell’Umanità. Attualmente misura intorno ai 3340 metri, ma la sua altezza è variabile, perché si modifica ogni volta che avviene un’eruzione, cosa molto frequente.

Se avrete la fortuna di atterrare a Catania lo vedrete dall’aereo prima dell’atterraggio con il suo pennacchio di fumo.

Un’escursione sull’Etna è un’esperienza unica al mondo, arrivare sulla cima, fino ai Crateri Sommitali, è un esperienza che tutti vorrebbero fare.
Noi siamo saliti in macchina fino al Rifugio “Giovanni Sapienza” (versante Etna Sud), a 1900 metri, qui c’è un ampio parcheggio dove potrete lasciare l’auto.
La strada per arrivare fin qui vi offrirà panorami stupendi con vista sull’Etna.

Etna con il pennacchio di fumo

Dal rifugio è possibile partire a piedi per raggiungere la cima oppure salire con la funivia fino a quota 2500 metri. Il costo del biglietto andata e ritorno è di 30 euro. Dalla stazione a monte della funivia si può proseguire ancora a piedi oppure comodamente a bordo di fuoristrada (a pagamento circa 40 euro) fino a quota 3000 metri. L’altitudine massima raggiungibile (in ogni caso accompagnati da guide esperte) varia a seconda dell’attività eruttiva dell’Etna.

Etna - Casa circondata dalla lava

Crateri Silvestri

Crateri Silvestri - Escursione sull'Etna fai da te

Noi siamo in quattro ed il costo (280 euro circa) è decisamente troppo alto, pertanto ci siamo accontentati di fare una passeggiata per vedere i Crateri Silvestri che sono gratuiti, a due passi dal parcheggio e visitabili in autonomia. I Crateri Silvestri, sono coni laterali del vulcano, formatisi durante l’eruzione del 1892, di cui fanno parte 5 bocche eruttive. Davvero molto emozionante poter camminare sul bordo del cratere e poi scendere all’interno. Poiché sono vicini al parcheggio e il sentiero non comporta particolare difficoltà, sono visitabili da chiunque e non necessitano di particolare attrezzatura. 

Etna - Crateri Silvestri

Sentiero "Schiena dell'Asino"

Dopo la visita ai crateri abbiamo effettuato una breve escursione in autonomia lungo il sentiero “Schiena dell’Asino“. L’inizio del sentiero è situato a sinistra, lungo la strada che dal Rifugio Sapienza porta a Zafferana Etna, ad 1,5 Km circa dal rifugio stesso, è presente un piccolo parcheggio dove potrete lasciare l’auto.

Sentiero Schiena dell'Asino - Escursione sull'Etna fai da te

Il sentiero attraversa una pineta e continua fino a raggiungere, in circa 40 minuti circa e 200 metri di dislivello, il bordo della Valle del Bove: lo spettacolo che si presenterà ai vostri occhi sarà incredibile, ammirerete colate laviche solidificate che hanno creato una enorme distesa nera desertica ed estremamente suggestiva.

Valle del Bove - Escursione sull'Etna fai da te

La zona intorno all’Etna fa parte del Parco dell’Etna  e oltre a questo sentiero ce ne sono tanti altri di diverse difficoltà e durata, nel sito del parco trovate descrizione e mappe.

Informazioni Pratiche

Dove Alloggiare

Per la visita all’Etna, abbiamo alloggiato a Fiumefreddo, un paesino a 40 km da Catania, comodo sia per raggiungere l’Etna sia per raggiungere le Gole di Alcantara, al Veda Elegant Rooms, un b&B carino con piscina per rilassarsi. Avevamo a disposizione due camere con bagno, nella struttura è presente una cucina comune comoda se si vuole cenare in casa.

Booking.com

Dove Mangiare

Su consiglio della proprietaria del B&B abbiamo cenato sempre al ristorante “Tana dell’orso” a Calatabiano, un piccolo paesino a pochi chilometri da Fiumefreddo. I tavoli sono all’aperto lunga la strada, tutti i piatti provati sono stati ottimi, soprattutto la pizza. Vi consiglio di prenotare in anticipo, i tavoli sono pochi e sempre pieni.

Abbigliamento

Indossate scarpe comode, noi abbiamo utilizzato le scarpe da ginnastica, meglio sarebbero quelle da trekking, indispensabili per salire in cima al vulcano. Portate una felpa, kway e pantaloni lunghi, ricordatevi che siamo a 1900 metri e anche nella bella stagione potrebbe fare freddo.

Come raggiungere il rifugio

Raggiungere il rifugio è molto semplice sia che alloggiate a Catania sia che alloggiate nei dintorni dell’Etna. Dovrete prendere l’autostrada e uscire a Gravina di Catania per salire sul versante sud (lato di Nicolosi) oppure uscire a Giarre per salire sul versante nord-est (lato di Zafferana Etnea). Noi abbiamo noleggiato un’auto direttamente all’aeroporto di Catania con Maggiore e ci siamo trovati molto bene.

Risultano molto limitati i mezzi pubblici, per informazioni visitate il sito dell’AST (Azienda Siciliana Trasporti).

Se ti piace il blog, seguici anche sui Social

La nostra giornata è continuata alle Gole dell’Alcantara. In questo post trovi utili informazioni. 

Booking.com

Questo articolo ha un commento

  1. I аm actually thɑnkful to the owner of this web page who has
    shared this impressive piece of writing at at this place.

Lascia un commento

Chiudi il menu