Montmartre – Il quartiere degli artisti
Parigi - Sacro Cuore

Montmartre - Il quartiere degli artisti


Condividi:

Montmartre è ricordato per essere stato il “quartiere dei pittori”, centro della vita dei bohémien durante la Belle Epoque, rappresentando lo stile di vita non convenzionale di artisti, scrittori, musicisti e attori marginalizzati e impoveriti. Tra coloro che hanno frequentato il quartiere ricordiamo Renoir, Picasso, Toulouse-Lautrec.

Oggi il quartiere è una delle maggiori attrazioni turistiche di Parigi, anche se ha perso la sua unicità ci sono ancora delle strade che conservano il fascino di un tempo come rue Lepic o rue St. Vincent.

 

Passeggiando per Montmartre

Montmartre ha mille sfaccettature, c’è la parte con i locali a luci rosse, quella romantica del muro del ti amo e quella della famosa Basilica del Sacro Cuore. Potrete raggiungere il quartiere con la metropolitana, ci sono varie fermate (Anvers, Abbesses, Pigalle, Blanche e Lamarck-Caulaincourt), tutto dipende da dove si vuole incominciare l’eplorazione. io vi consiglio di scendere ad Abbesses.

Muro del Ti Amo

Da qui raggiugete subito il famoso “muro del ti amo” a Square Jehan Rictus. Si tratta di una opera artistica molto originale composta da 612 piastrelle di colore blu con scritto in bianco “Ti Amo” in tutte le lingue del mondo. Quest’opera è stata progettata da Frederic Baron, che inizio’ a raccogliere per gioco la frase “Ti Amo” in tutte le lingue del mondo fino ad arrivare ad una collezione di 311 frasi.
Parigi - Muro Ti Amo

Place du Tertre

Dopo una foto davanti al muro del ti amo, salite i 197 scalini che vi porteranno sulla collina piu’ alta di Parigi. 

Un’atmosfera particolare è quella che si respira in Place du Tertre, pittori con le loro tele e tavolozze, ritrattisti, caricaturisti, tutti intenti a mostrare il proprio talento. Chissà come deve essere stato emozionante aver vissuto l’atmosfera della belle epoque.

Parigi - Place du Tertre

Basilica del Sacro Cuore

Ma la vera attrazione di questo quartiere è la Basilica del Sacro Cuore che si erge imponente sulla collina di Montmartre. Questo edificio bianco candido è diventato uno dei simboli della città, visibile da qualunque punto di Parigi.

La visita dell’interno non presenta particolare valore artistico, piu’ interessante è la salita alla cupola raggiungibile salendo 300 scalini ripidi e stretti. Dalla sommità il panorama è incantevole, una vista a 360° sulla città.

Parigi - Sacro Cuore

Dal piazzale antistante la basilica si puo’ godere di uno splendido panorama su Parigi.

Parigi - Sacro Cuore Veduta

Molto fotografato è il palazzo alla destra della basilica, se orientate in un certo modo la macchina fotografica, sembra che il palazzo stia “affondando“.

Parigi - Palazzo che affonda

Lasciate ora la collina di Montmartre e scendete per dirigervi nel quartiere Pigalle, nel XVIII arrondissement.

Parigi

Moulin Rouge

Questo è l’ex quartiere a luci rosse con sexy-shop e cabaret, il piu’ famoso è certamente il Moulin Rouge, i cui straordinari spettacoli attraggono turisti ogni sera. Il nome deriva dal mulino rosso presente sul tetto. E’ il locale simobolo della Belle Epoque e patria del cancan, lo sfrenato ballo delle spaccate, delle gambe sollevate, delle gonne vaporose e delle giarrettiere, rivoluzionario per l’epoca in cui nacque.</id=”moulin”>

Ancora oggi gli spettacoli sono un tripudio di costumi sgargianti, coreografie magiche e ballerine bravissime e bellissime. Non manca lo champagne: il Moulin Rouge è considerato il luogo al mondo dove si consuma piu’ champagne.

Ogni sera sono previsti due spettacoli al quale si puo’ abbinare la cena, i prezzi pero’ sono troppo alti per le nostre tasche! Da 100 euro circa per spettacolo e champagne a 200 euro circa per cena e spettacolo.

Parigi - Moulin Rouge

Da qui vi consiglio di prendere la metropolitana e spostarvi nel IV arrondissement per vedere almeno da fuori la famosissima Notre Dame e perdervi per le vie del quartiere latino.

Terminata la tua visita al museo potresti fare una passeggiata fino alla torre Eiffel e dedicare un po’ di tempo per raggiungere la sommità della torre. Oppure attraversare la Senna e dedicarti alla visita del museo piu’ famoso del mondo, il Louvre.

Seguici anche sui social

Lascia un commento

Chiudi il menu