Riyadh in 48 ore – Cosa vedere e fare

Riyadh in 48 ore - Cosa Vedere

Il nostro viaggio alla scoperta dell’Arabia Saudita è iniziato proprio da qui, da Riyadh e in questo post “Riyadh in 48 ore” ti voglio dare un po’ di suggerimenti per scoprire questa città.

Abbiamo visitato questo bellissimo paese tra fine agosto e inizio settembre, eravamo consapevoli che avremmo trovato caldo, ma ne abbiamo trovato ancora di più’. Fortunatamente è un caldo secco! E fortunatamente a noi il caldo piace, vi ricordate il nostro viaggio in Marocco?

Se come noi viaggiate in estate vi consiglio di organizzarvi bene in modo da trovarvi in ambienti chiusi e con aria condizionata durante le ore piu’ calde.

Riyadh è la capitale dell’Arabia Saudita e una delle città piu’ ricche al mondo. E’ situata su di un altopiano al centro della penisola. E’ anche la città piu’ popolata del regno, ha piu’ di sette milioni di abitanti ed è immensa, ve ne renderete conto già dall’aereo sorvolando la città. 

48 ore a Riyadh - Vista dall'alto

Il nome Riyadh significa giardino, la città infatti era una stazione di passaggio lungo le vie carovaniere che attraversavano il deserto e che qui trovavano ristoro.

Accanto ad alti grattacieli e palazzi super moderni di forme stravaganti si trovano abitazioni antiche costruite con fango e paglia.

48 ore non sono molte per visitare tutte le attrazione della capitale dell’Arabia Saudita, ma organizzandovi potrete comunque vedere molte cose.

In città il livello di inquinamento è altissimo: a causa delle alte temperature e del costo basso del petrolio, non risparmiano affatto sull’uso dell’aria condizionata e sull’uso delle auto. Pochissime persone, forse nessuno, si spostano a piedi e pertanto nelle ore di punta le strade, viali ad almeno tre corsie, diventano impraticabili. Ovunque si trovano condizionatori che sparano aria gelida, persino nei giardini ci sono i condizionatori! Nei musei sono sempre accesi anche se non ci sono visitatori.

Ecco cosa dovete assolutamente vedere durante il vostro soggiorno

Riyadh in 48 ore - Masmak Fort

La nostra prima giornata è incominciata con la visita a Masmak Fort. Si trova a circa 12 chilometri dal centro di Riyadh, considerando centro la zona del Kingdom Centre. Dal nostro hotel Ashbonh Hotel Suites ci siamo spostati con il taxi. A Riyadh ci si sposta spesso in taxi, oltre ai taxi “tradizionali” è possibile utilizzare Uber e Careem, quest’ultimo è un po’ piu’ economico. Vi consiglio di scaricare entrambe le app e confrontarle per vedere quale offre il prezzo migliore.

La Fortezza Masmak è una cittadella costruita nel 1865 durante il regno dell’Imam Abdullah bin Faisal, fino al 1932 è stata la residenza della famiglia reale, centro del potere e dell’economia. E’ considerato un luogo simbolo della cultura saudita poiché per molto tempo questo forte respinse le avanzate del nemico.

Il palazzo è circondato da solide mura alte costruite come protezione dai nemici. Presenta due ingressi e piccole aperture nelle pareti che venivano utilizzate per sparare con i fucili durante le battaglie. 

La porta di ingresso ha ancora i segni della battaglia del 1902 per riconquistare Riyadh: il principe Fahad bin Jiluwi lanciò la sua lancia con l’intenzione di mirare ad Ajlan bin Rashid. Mancò la mira e la punta della lancia si conficcò nella porta creando una profonda crepa visibile ancora oggi.

Oggi il palazzo è stato trasformato in museo e all’interno delle sue sale e dei suoi corridoi vi sono in mostra fotografie di quell’epoca e i pannelli informativi consentono di comprendere meglio la storia araba.

La fortezza è aperta tutti i giorni, gli orari variano a secondo delle giornate: dalla domenica al giovedì l’orario è dalle 8:00 alle 21:00, il venerdi’ dalle 16:00 alle 20:00 e il sabato dalle 9:00 alle 20:00.

L’accesso è gratuito.

Vi consiglio di visitare il palazzo di primo mattino, troverete poche persone in quanto i tour turistici arrivano qui in tarda mattinata. Durante la nostra visita eravamo gli unici turisti.

Se visiterete il palazzo durante la stagione estiva non preoccupatevi per le alte temperature: l’aria condizionata è presente ovunque, anche nel giardino!!!!! 

Riyadh - Masmak Fortress

Riyadh in 48 ore - Deera Square

Fate qualche passo e dall’altra parte della strada rispetto al Forte Masmak, vi troverete in Deera Square, la piazza principale di Riyadh. E’ conosciuta anche come piazza “chop chop“, è qui che si svolgevano le esecuzioni pubbliche, potete ancora vedere le canaline dove scorreva il sangue dei giustiziati.

Intorno alla piazza ci sono caffetterie e un souq dove si trovano souvenir interessanti a buoni prezzi. Ho apprezzato molto il fatto che i venditori non sono insistenti e non cercano in tutti modi di farvi entrare nei loro negozi. 

Se vi piacciono le ciabatte arabe, avrete l’imbarazzo della scelta. 

Anche l’incenso la fa da padrone, troverete molti negozi che vendono incenso da bruciare. A proposito, sapete come è fatto l’incenso?

Riyadh - Deera Square

Riyadh in 48 ore - Kingdom Centre

A Riyadh sono stati costruiti molti grattacieli ed edifici particolari e stravaganti. 

Il grattacielo piu’ alto della città e dell’intera Arabia Saudita è il Kingdom Centre considerato il simbolo della capitale del regno. 

E’ un grattacielo di 41 piani, alto 302 metri che ospita al suo interno un lussuoso centro commerciale, uffici ed il Four Seasons Hotel.

Il Kingdom Centre, progettato dallo studio Ellerbe Becket, è stato completato nel 2002 e da allora è diventato il simbolo del progresso saudita. Per il suo design ha vinto un prestigioso premio internazionale. 

Alla cima del grattacielo c’è un ponte che collega le due estremità: lo Sky Bridge. Il ponte è lungo 65 metri e da qui si puo’ godere di una spettacolare vista a 360° su tutta la città.

La sua forma ricorda un cavatappi, è curioso se si pensa che siamo in uno stato in cui e’ vietato bere alcoolici!

Kingdom Centre

Sky Bridge

Ebbene sì, noi amiamo salire sull’edificio piu’ alto della città e ammirare il panorama (Malesia, Dubai, Londra, ….) pertanto non potevamo lasciarci scappare questa occasione e siamo saliti sullo Sky Bridge.

Per salire sullo Sky Brigde, dovete entrare nel centro commerciale e salire al primo piano. Sul lato destro si trova la biglietteria e l’ingresso allo sky bridge. Acquistato il biglietto si sale con un primo ascensore fino al settantesimo piano in circa 50 secondi, qui si cambia ascensore e in meno di 40 secondi si arriva fino al 99 piano. Vi troverete a 300 metri dal suolo, sul ponte che collega le due estremità e vi consente di vedere tutta la città. Particolarmente suggestivo è il momento del tramonto e il momento successivo durante il quale le luci della città si accendono: bellissimo!

Non c’è limite di tempo per la permanenza, potete restare tutto il tempo che volete. Noi siamo andati di domenica e non era affollato: solo alcuni turisti e alcuni locali. Gli unici turisti che abbiamo incontrato a Riyadh li abbiamo incontrati qui.

Bello il panorama ma non tanto l’organizzazione, non ci sono spiegazioni e curiosità circa il grattacielo e la sua costruzione, informazioni che invece ho avuto durante la visita delle Petronas in Malesia e del Burj Kalifa a Dubai. Anche l’ascensore non ci ha entusiasmato, purtroppo nessuna vista panoramica!

Il biglietto di ingresso costa 69 SAR e l’accesso è possibile tutti i giorni dalle 12:00 alle 22:30, il venerdi’ dalle 16:00 alle 22:30. E’ possibile pagare il biglietto con contanti, bancomat e carta di credito.

Riyadh - Sky Bridge

Riyadh in 48 ore - Diraiyah

Patria ancestrale della famiglia Al Saud di Wadi Hanifa fu la prima capitale del Regno Saudita.

Diraiyah si trova a pochi chilometri da Riyadh ed è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 2010. E’ uno dei luoghi piu’ suggestivi della città.

Diraiyah comprende la zona riqualificata di Al Bujairi, un labirinto di stradine pedonali con caffè e negozi di artigianato e la zona di At-Turaif.

Riyadh

At-Turaif è praticamente un museo a cielo aperto, con bellissimi edifici tradizionali in mattoni di fango recentemente ristrutturati. Perdetevi nei suoi vicoli, entrate negli edifici e arrivate fino in cima dove si trova un bellissimo locale dove bere e mangiare.

Molto bello visitare questa zona verso il tramonto quando le luci della città si accendono e creano un’atmosfera particolare.
C’è un bellissimo giardino che si puo’ visitare liberamente, un immenso palmeto dove rinfrescarsi.

Al Bujari è la zona piu’ moderna con negozi di souvenir, bar e ristoranti.  

Durante l’estate l’accesso è libero e gratuito, durante gli altri mesi solitamente occorre acquistare il pass per l’accesso nel sito.

Diriyah - At-Turaif the royal residence of the First Saudi State and UNESCO World Heritage Site

Riyadh in 48 ore - Murabba Palace

Murabba Palace fu fondato per ordine del defunto re Abdulaziz Al Saud, il fondatore del regno dell’Arabia Saudita. Fu costruito a 2 km dalla vecchia Riad, in linea con lo sviluppo e l’espansione della città dell’epoca. Il palazzo e i suoi dintorni sembrano una mini città. Il re vi si trasferì con la famiglia nel 1939, facendone la loro residenza ufficiale e il quartier generale della gestione degli affari di stato. E’ costruito a forma di piazza circondata da mura, il palazzo dispone di 32 stanze divise su 2 piani.

Solo alcune stanze sono ancora arredate, molte sono purtroppo spoglie.

L’ingresso è libero, gli orari di apertura sono dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 17:00 alle 20:00. Il venerdi’ è aperto solo al pomeriggio, dalle 17:00 alle 20:00.

Ingresso libero.

Murabba Palace

Riyadh in 48 ore - National Museum

Io sono un po’ allergica ai musei, soprattutto a quelli archeologici dove si vedono cocci rinvenuti durante gli scavi. Ebbene, questo museo è tutt’altro, l’ho trovato molto interessante e sono stata contenta di averlo visitato.

Il palazzo è modernissimo, con una struttura molto bella.

Il National Museum è composto da otto gallerie ricche di storia, a cominciare dalla Galleria L’Uomo e l’Universo. Lì potrai conoscere l’origine dell’universo e del sistema solare. Nella Galleria degli Antichi Regni Arabi ti sentirai immerso nelle civiltà esistite dal IV millennio a.C. al II secolo d.C. Puoi anche vedere i modelli religiosi e sociali della vita prima dell’Islam nella Galleria dell’era preislamica. Nella Galleria della Missione del Profeta, puoi conoscere la vita del Profeta, a partire dalla rivelazione fino alla sua hijrah a Medina. Puoi guardare un documentario sulla storia dell’unificazione dell’Arabia Saudita nella Galleria dell’Unificazione del Regno. La Galleria Hajj e le Due Sacre Moschee espone lo sviluppo urbano di Masjid Al-Haram e Masjid Al Nabawi.

Il museo è aperto dalle 9:00 alle 20:00 dal sabato al mercoledi’ e dalle 14:00 alle 20:00 il giovedi’ e il venerdì. E’ chiuso la domenica e come le principali attrazioni è completamente gratuito.

All’ingresso è presente un guardaroba dove dovete lasciare zaini e borse.

Riyadh - National Museum

Dove Mangiare

A Riyadh ci sono locali per tutte le tasche, dai fast food occidentali ai take away arabi, dai ristoranti super lussuosi a ristoranti piu’ economici.

Se volete immergervi nella tipica atmosfera araba dovete assolutamente andare a Najid Village. E’ un ristorante che offre piatti tipici in una location tipica. Si puo’ cenare negli spazi all’aperto oppure in “stanze” con maggior privacy, il tutto ovviamente seduti per terra su tappeti e cuscini. Abbiamo provato vari piatti, tutti molto buoni. Da provare sicuramente il tipico pane arabo chiamato tamees e la carne di cammello.

Per noi occidentali è molto strano vedere che ci sono parti chiuse da separè e/o tende, sono riservate alle famiglie arabe. Qui le donne possono togliere il velo lontano dagli sguardi e cenare con tranquillità e libertà.

Riyadh - Najid

Se viaggiate in compagni di adolescenti fate uno spuntino da Shake Shack un fast-food di alto livello molto famoso tra i giovani.

Supermercati

Ovunque trovate supermercati, sia piccoli che grandi, con prodotti locali o di grandi marche internazionali. Inutile precisare che i prodotti locali sono molto economici mentre le grandi marche sono piu’ costose. I supermercati all’interno dei mall sono generalmente molto piu’ cari dei supermercati all’esterno. 

Molti locali sono aperti 24 ore su 24.

Fate attenzione all’orario delle preghiere, in quei momenti tutto si ferma, i locali chiudono e riaprono al termine.

Dove Alloggiare

Riyadh è una città molto grande pertanto qualunque posto scegliate sarete comunque lontano da alcune attrazioni. Noi abbiamo optato per una zona abbastanza centrale, vicino al Kingdom centre.

Abbiamo alloggiato al Ashbonh Hotel Suites, un hotel pulito e tranquillo sulla strada principale a pochi metri dallo sky bridge. Le stanze sono appartamenti, in quanto oltre alla stanza da letto c’è un salotto grande con due divani e un maxi schermo, un piccolo angolo cottura. L’aria condizionata è sia nel salotto che in camera. L’hotel è vicino alla fermata della metro in costruzione pertanto ai termini dei lavori sarà ancora molto piu’ comodo.

Ricordatevi: se volete che puliscano la stanza dovete chiederlo altrimenti non entrano a fare le pulizie

 

*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione, questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma cosi’ facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie di cuore.

Lascia un commento