Tabuk – Una piacevole scoperta

Tabuk - Cosa Vedere

Tabuk-HismaValley

Il nostro viaggio alla scoperta dell’Arabia Saudita continua, così dopo aver visitato Riyadh abbiamo preso un volo con destinazione TabukDa Riyadh numerosi voli giornalieri partono alla volta di Tabuk, noi abbiamo volato con Flyadeal ma ci sono anche voli di Flynas e Saudia

Tabuk, considerata la porta settentrionale della Penisola Arabica, è una città nel nord del Regno e anche capoluogo dell’omonima provincia. Secondo la tradizione, Maometto trascorse qui dieci giorni.

In passato era una stazione di sosta strategica per i pellegrini che partivano a piedi da Damasco per raggiungere Medina e da lì proseguire fino alla Mecca.

Tabuk è una cittadina tranquilla, non ha nulla a che vedere con Riyadh: non ci sono i grattacieli, i palazzi supermoderni, i lussuosi mall, ……… 

Al centro della città si trova la fortezza. Da qui parte la strada principale, interamente pedonale ai cui lati si trovano negozi di varie tipologie: calzature, abbigliamento, gioielli, …… La strada si anima verso sera quando le temperature si abbassano leggermente.

Noleggio Auto

All’aeroporto abbiamo noleggiato un’auto, ci sono varie compagnie all’interno dell’aeroporto: Hanco Rent a Car, Alrehily, Theeb Rent a car, Sixt, Lumi Rental Company, Alwefaq, Al Rehaili, Bin Hadi …….. Noi abbiamo noleggiato con Sixt, era l’unica che non chiedeva la patente internazionale. Se avete bisogno di contanti, sappiate che all’interno del aeroporto è presente un ATM.

Un’auto è fondamentale: in questa parte dell’Arabia i mezzi di trasporto sono pochi e per poter visitare in autonomia la zona è necessaria. Ricordatevi la patente internazionale!

Tabuk - Fortezza

 

La fortezza di Tabuk è una delle più antiche strutture militari della città. Costruita nel XIX secolo, la fortezza è una grande struttura di pietra che si erge sulla cima di una collina e offre una magnifica vista sulla città. All’interno della fortezza si trova un museo che espone armi, documenti storici e vari oggetti antichi

Tabuk-Fortezza

 

Cio’ che rende cosi’ famosa Tabuk sono i suoi dintorni ricchi di vallate e canyon spettacolari..

Noleggiate un auto ed esplorate i dintorni, le strade sono ben tenute, poco traffico e panorami bellissimi

Dintorni di Tabuk - Hisma Valley

Avevamo letto e visto foto bellissime di Hisma Valley e quindi abbiamo deciso di incominciare ad esplorare i dintorni proprio da lì.

Da Tabuk dista circa 100 chilometri, considerate circa 1 ora e mezza. La strada è bellissima, ben tenuta e con poco traffico.

Si trovano stazioni di rifornimento e persino bagni pubblici.

Hisma Valley è considerato il Wadi Rum dell’Arabia Saudita infatti è l’estensione del celebre deserto Wadi Rum della Giordania.

Ad un certo punto la strada asfaltata termina e da lì è possibile proseguire solo a bordo di un veicolo 4×4.

Noi avevamo un’auto normale e speravamo di trovare tour in loco per visitare il deserto, Ma ci siamo sbagliati: la cittadina era completamente deserta, abbiamo trovato solo cammelli. Probabilmente perchè era estate e le alte temperature limitano le escursioni

Fortunatamente abbiamo incontrato un signore arabo gentilissimo che ci ha caricati sulla sua jeep, ci ha mostrato il deserto e offerto persino la merenda. Un bellissimo benvenuto in questa terra.

Non è un deserto sabbioso con alte dune come quello del Sahara che abbiamo visto in Marocco, Qui il deserto è sabbioso/roccioso, senza le alte dune ma con formazioni rocciose modellate dal vento. Bellissimo!!!

Si incontrano solo cammelli e alcune tribu’ di beduini che allevano cammelli e capre.

Non ci sono parole per descrivere questa meraviglia.

Tabuk - Hisma Valley

Dintorni di Tabuk - La valle di Mosè

Il secondo giorno l’abbiamo dedicato alla costa occidentale dove si trova la valle di Mosè sul golfo di Aqaba.

Il viaggio è lungo, da Tabuk sono parecchi chilometri ma abbiamo avuto modo di vedere panorami bellissimi.

Tabuk-Sorgenti-Strada

Per arrivare alle sorgenti di Mosè la strada è asfaltata, ben tenuta e con pochissimo traffico. I paesaggi che si attraversano sono qualcosa di indescrivibile. Ad un certo punto la strada costeggia il mare, impossibile descrivere a parole la bellezza di questi luoghi. Spiagge bianche e mare di tutte le sfumature di azzurro e senza nessuno, una spiaggia tutta per noi.

Tabuk - Spiaggia

Le sorgenti di Mosè sono state una delusione: una sorgente di acqua dolce in mezzo ad una valle di palme.

Probabilmente era da un po’ di tempo che non vedevano turisti.

Questa zona è conosciuta come “le Sorgenti di Mosè” perchè, secondo la tradizione, Mosè visse qui per diversi anni dedicandosi alla pastorizia.

Tabuk-Sorgenti

The Line

Nella costa occidentale si trova l’area di costruzione della città futuristica NEOM, nuovo futuro. Poichè l’Arabia Saudita è molto ricca puo’ pensare in grande e lanciarsi in progetti spettacolari e inimmaginabili.

Non so se avete sentito parlare di questo progetto, io non lo conoscevo mentre i miei figli sì ed erano molto curiosi di vederlo da vicino, fortunatamente la strada per arrivare alle Sorgenti di Mosè passa dalla zona di The Line.

The Line fa parte del progetto Neom: stanno costruendo da zero e in mezzo al deserto una città lunga 170 chilometri, larga 200 metri e alta 500 metri. All’interno della città non ci saranno auto, strade, funzionerà al 100% con energia rinnovabile, a differenza delle città tradizionali. ci si sposterà a piedi o con mezzi pubblici.

Ospiterà 9 milioni di persone e sarà costruita su un’area di soli 34 chilometri quadrati. Si potranno raggiungere tutti i servizi essenziali quotidiani in cinque minuti a piedi, e da un’estremità all’altra si impiegheranno solo 20 minuti grazie ad una ferrovia ad alta velocità.

Anche il clima sarà ideale: l’ambiente è stato attentamente progettato per consentire un equilibrio ottimale tra luce solare, ombra e ventilazione naturale. 

Sono propria curiosa di vistare questa città al termine della costruzione.

Per il momento abbiamo visto i lavori in corso e la perfetta organizzazione dei lavori: per costruire la città devono spianare la zona e quindi distruggere le montagne rocciose del deserto: per chilometri e chilometri si vedo una unica e immensa fila di camion, caricano la terra e la portano lontano dalla zona.  Probabilmente tutti gli scavatori dell’Arabia Saudita sono concentrati qui.

Una perfetta organizzazione!

Poichè gli arabi sono molto ricchi, oltre a The Line hanno altri progetti: 

OXAGON: si tratta di una piattaforma in mezzo al mare che diventerà un polo industriale con emissioni zero e tecnologie all’avanguardia

TROJENA: un comprensorio sciistico con strutture lussuose e molteplici servizi

Sono proprio curiosa di vedere completati questi progetti!

Il Mare

In alcuni tratti la strada costeggia il mare e i colori sono indescrivibili: acque turchesi, spiagge bianche e incontaminate, isole e barriere coralline.

Fermatevi ad ammirare il paesaggio, fate una passeggiata in spiaggia, probabilmente sarete le uniche persone nel raggio di chilometri. 

Tabuk-Mare

Tabuk Dintorni - Disah Valley

Terminata la nostra permanenza a Tabuk, per spostarci verso AlUla, la tappa successiva, abbiamo scelto la strada piu’ panoramica anche se piu’ lunga, la strada che attraversa la Disah Valley.

Per raggiungerla scendiamo verso sud e poi ci inoltriamo nell’entroterra fino a raggiungere Al Disah, un piccolissimo villaggio dove la strada asfaltata termina e si trasforma in una pista che si addentra nel “wadi” tra alti torrioni rocciosi punteggiati da macchie verdi di vegetazione e palme. Qui tutto è rigoglioso grazie all’acqua sempre presente.

Sono luoghi frequentati anche dai locali che vengono a rifugiarsi qui per sfuggire al caldo opprimente del deserto.

Tabuk-Disah

Dove Alloggiare

Tabuk non offre i grandi hotel di Riyadh, ce ne sono ma in numero minore.

Noi abbiamo alloggiato al Aral Hotel Apartments, è forse l’alloggio piu’ bello di tutto il viaggio. Nel hotel c’è un ristorante dove è possibile mangiare, noi abbiamo consumato una cena ed era ottima, La stanza in realtà è un appartamento con un salone molto grande (ci sono 3 divani), una camera da letto grande, un bagno e una cucina piccola ma funzionale. L’aria condizionata è sia nel salotto che in camera. 

Ricordatevi: se volete che puliscano la stanza dovete chiederlo altrimenti non entrano a fare le pulizie

 

Seguici anche sui social

*All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione, questo significa che se decidete di effettuare una prenotazione o di fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma cosi’ facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro ogni articolo pubblicato. Grazie di cuore.

Lascia un commento